.

lunedì 18 agosto 2008

COMPLIMENTI AGLI ITALIANI


E brutto dirlo, sopratutto se questo parole sono scritte da uno stesso italiano.
Peró le cose sono cosí e cé poco da fare, qualcuno si offenderá altri sicuramente saranno completamente d’accordo.
Vivendo qui, mi son reso conto dell’idea e del concetto che hanno gli stranieri (spagnoli e non, catalani e non, in generale ) sugli italiani ;
Un idea un concetto che spesso puó sembrare ai nostri occhi razzista e fruto dei soliti luoghi comuni.
Peró lo devo ammettere siamo dei perfetti imbecilli!!
Durante le feste , durante i concerti, in discoteca e in tutte quelle manifestazioni dove c’é un grosso assembramento di gente , ma anche per la strada , chi si fa sempre riconoscere sono sempre gli italiani.
Molto spesso perché sono i piú casinisti, e questo va bene siamo un popolo vivace , allegro, che ha voglia di far festa , mi ci metto anche io , scrivo questo perché mi sento un italiano e sono il primo a far casino.
Peró non condivido , certe azioni, naturalemente non voglio generalizzare , non voglio assocciare tutti gli italiani con gesti e le azioni che ho visto compiere , peró sará un caso che tutte le volte che ho assistito a certe scene c’erano di mezzo sempre i miei connazzionali:
Risse in discoteca, di mezzo c’era sempre al meno un italiano se non un grupo di italiani ;
Durante le feste popolari , dove l’alcohol gira a fiumi , e tutti sono ubriachi e si divertono , ma si divertono per divertirsi , quello che sale sempre sopra le righe , con azioni vandaliche , purtroppo é sempre qualche italiano:lanci di lattine o bottiglie di birra , calci a portoni o serrande , attacabrighe con la gente che lo circonda , la voce e l’accento sono inconfondibili sempre é quella dell'italiano
L’ultima , alla festa di Gracia , una bancarella di una persona anziana che vendeva magliette e gadget per conto dell'Associazione della Festa di Gracia raccolta fondi per la festa , é stata presa di mira da alcuni italiani , che hanno rubato qualche maglietta ;
Magliette che costavano 8 euro e che probabilmente l’anziana signora dovrá rimettere di tasca sua ;
MI VIENE DA DIRE COOOMPLIMENTI CHE AZIONE!!
Rubare ad un anziana signora , tra l’altro gentilísima e simpatica , delle magliettine che il ricavato serviva per finanziare ogni anno la bellísima festa che si fa in Gracia.
Che atto eroico e che dimostrazione di coraggio , che impávido l’autore o gli attori!!!
Peccato che non li abbiamo beccati, perché ancora un volta , avremo fatto nuovamente onore all’Italia;
Poi magari gli stessi se ne vanno da Zara , Bershka, H&M, a pagare 40 euro una gonna o un jeans , perché invece non andate li a fare i vostri furti, allora si che avreste il mio sostegno, e vi stringeró la mano ma non in una bancarella di una povera vecchia.Spero e me lo auguro , che ogni qual volta andiate a prelevare denaro , siate derubati dei soldi che avete appena prelevato, fruto del vostro lavoro in qualche pizzería, callcenter , bar , o ristorante ;
Spero che ogni qual volta salirete su un bus o su una metro , qualcuno vi porti via qualcosa dalla vostra borsetta o zaino;
Con l’attenuante che almeno voi dovreste essere ragazzi , belli giovani e svegli e magari piú attenti rispetto a una povera anziana che vendeva in una bancarella.
Spero che le vostre nonne , possano conoscere lo stesso gesto che voi avete fatto a quella stessa anziana, spero che uno stesso ragazzo stupido e testa di cazzo come lo siete voi possa rubare la pensione di vostra nonna, cosí finalmente potró sentire dalla vostra bocca uscire parole di ramarico e di rabbia magari: BASTARDO!!! AD UNA POVERA ANZIANA! MA SI PIÚ!
E giuro che ogni volta che si verificheranno queste circostanze , prenderó una di quelle magliette che avete rubato,la alzeró al cielo per festeggiare e brinderó alla vostra salute.
Sentirmi diri poi , agli spagnoli gli stiamo sul cazzo perché..... ai francesi stiamo sul cazzo perché ...ai tedeschi ...questo ....
Stiamo sul cazzo agli altri perché non ci sappiamo comportare , e per colpa di alcuni ci passa tutto un popolo tutta una nazione....
Non volevo neanche scriverlo questo articolo perché mi da fastidio parlar male del mio paese della mia gente , peró piú vedo come siamo e piú mi vergogno , e piú mi rendo conto che i tanti problemi del nostro paese non si risolleveranno mai con leggi , manovre finanziarie, abbassamento delle tasse , etc etc, se tutti noi italiani continueremo ad essere un popolo di incivili.. di gente che tenta sempre di inculare il prossimo , anche gli anziani.........
SE CI ARRIVERETE ...SARETE ANCHE VOI UN GIORNO ANZIANI!!!

lunedì 4 agosto 2008

AMICIZIE A BARCELONA


TI TROVERAI A CONOCERÉ GENTE DI TUTTE LE NAZIONALITÁ .GENTE CON CUI PASSERAI IL RESTO DELLE TUE GIORNATE , DELLE TUE SERATE.
PERSONE CON CUI CONDIVIDERAI , PROBLEMI , SBRONZE, FESTE , DIVERGENZE DI OPINIÓNI, E MILIONI DI ARGOMENTI , INTERESSI E COSE.
PERSONE CHE CON IL TEMPO TI SEMBRERÁ DI CONOSCERÉ DA UNA VITA.
E QUANDO UNA SERÁ NON AVRAI VOGLIA DI USCIRE SAI CHE CI SARÁ SEMPRE UNA PROSSIMA VOLTA.
PASSERAI UNO, DUE , TRE , QUATTRO O CHISSÁ QUANTI ANNI CON LORO A CONDIVIDERE TUTTO , ENTRERANNO A FAR PARTE DELLA TUA VITA , SARANNO UNA TUA SECONDA FAMIGLIA .
PERSONE SU CUI CONTARE IN QUESTA CITTÁ DOVE TU SEI SOLO , E LORO UGUALMENTE , FACENDO COSÍ “FAMIGLIA”
UNA FAMIGLIA INTERNAZIONALE , CREATA PER NECESITA , CREATA PER VOLONTÁ , CREATA PER FARSI FORZA , CREATA PER TROVARE L’AIUTO CHE NON POSSIAMO AVERE DALLE NOSTRE FAMIGLIE NATURALI TANTO LONTANE.
CREI QUESTA FAMIGLIA E CREDI IN QUESTA FAMIGLIA ,
SINO A QUANDO UNO DEI COMPONENTI DELLA “FAMIGLIA” TI DIRÁ: IO TORNO A CASA, HO DECISO DI RIENTRARE , TORNIAMO A......, RIENTRIAMO
COME UN FIGLIO TI DIRÁ VADO A VIVERE DA SOLO , SENTI CHE UNA PARTE DELLA TUA QUOTIDIANITÁ VERRÁ CANCELLATA.
ARRIVERÁ PER TUTTI , CHI PIÚ CHI MENO, MA TUTTI LA PROVERANNO, DI SENTIRSI DIRE QUESTE TRISTI PAROLE.
AMICI , CON IL QUALE MAI AVRESTI PENSATO DI SEPARARTI , LASCERANNO UN GIORNO QUESTA CITTÁ PER RIENTRARE NEL LORO PAESE.
UN PAESE CHE NON STA A 10,20,30,50 KM DI DISTANZA, NO, PAESI CHE SI CHIAMANO ARGENTINA, GUATAMELA, BRASILE , PAESE LONTANI DECINE DI KILOMETRI DA CASA TUA.
PAESI DOVE MENTRE TU TI ACCINGI A DORMIRE , LORO STANNO PREPARANDOSI PER ANDARE A LAVORARE.
PAESI DOVE QUANDO IL SOLE SORGE , TU SEI LI CHE ORGANIZZI LA TUA USCITA SERALE CON GLI AMICI.
AMICI DI PAESI LONTANI , UNA LONTANANZA COSÍ ESTREMA PER LA QUALE HAI PAURA CHE TUTTI GLI ANNI TRASCORSI QUI, SI POSSANO CANCELLARE CON IL TEMPO, LA DISTANZA E IL FUSO ORARIO.
MA NULLA , NIENTE , E MAI POTRANNO CANCELLARE TUTTI QUEGLI ATTIMI , TUTTI QUEI MOMENTI TRASCORSI INSIEME .
E IN QUESTE POCHE RIGHE A TUTTI VOI CHE LASCERETE QUESTA CITTÁ PER TORNARE NEL VOSTRO PAESE, LONTANO E VICINO CHE SIA ,QUANDO ARRIVERÁ IL MOMENTO CHE LE EMAIL , I MESSAGGI , LE TELEFONATE CHE CI SCAMBIEREMO DIVENTERANNO SEMPRE MENO , SINO A DIVENTARE ASSENTI , SINO A QUASI PERDERE QUALSIASI CONTATTO:
NULLA E NESSUNO , NEMMENO IL TEMPO POTRÁ MAI CANCELLARE I MERAVIGLIOSI MOMENTI TRASCORSI INSIEME.
NULLA POTRÁ CANCELLARE , LE CENE CON I VOSTRI PIATTI TIPICI, LE VOSTRE CANZONI, LE VOSTRE PRESE IN GIRO , LE SERATE A PARLARE DELLA NOSTRA E VOSTRA CULTURA, NULLA CANCELLERÁ NULLA , PERCHÉ É STATA AMICIZIA VERA ,
PERCHÉ ANCHE SE UN COMPONENTE LASCERÁ FAMIGLIA E TORNERÁ A VIVERE DALLA SUA FAMIGLIA NATURALE , SEMPRE RIMARRÁ A VITA UN COMPONENTE DELLA FAMIGLIA DI BARCELONA CHE UN GIORNO TORNERÁ A RIUNIRSI , FOSSE ANCHE SOLO PER UN GIORNO , O PER UN ORA, FOSSE ANCHE SOLO CON IL RICORDO , SEMPRE LA “FAMIGLIA DI BARCELONA” RIMARRÁ UNITA.
E COME DICEVA MIA NONNA “ É BRUTO QUANDO L’AEREO PARTE” MA GLI AEREI PARTONO E RITORNANO , ALLONTANANO E AVVICINANO, MA MAI QUANTO POSSANO FARE I RICORDI , CHE SEMPRE TERRANNO VICINE LE PERSONE, E MAI LE FARANNO ANDAR VIA O ALLONTANARE.

A RIVEDERCI PRESTO A TUTI